Dott.ssa Michela Castello - Specialista in Dermatologia e Venereologia
 
DAC Dermatite Allergica da contatto
La dermatite allergica da contatto (DAC) è una patologia dermatologica caratterizzata dalla sensibilizzazione ad apteri con una risposta ritardata (tipo IV secondo la classificazione di Gell e Coombs).In Italia l’incidenza della DAC è circa del 33% di tutta la patologia cutanea, mentre nella letteratura mondiale varia dal 15% al 44% in relazione a fattori sociali, ambientali e razziali. La DAC rappresenta circa il 60% di tutti gli eczemi. La prevalenza nella popolazione generale varia dall’1,7% al 6,3%. In ambiente professionale, l’incidenza della DAC varia dall’85% al 98% di tutte le malattie cutanee correlate al lavoro: le prevalenze più alte si registrano nell’industria edile, del cuoio, della gomma, alimentare, metallurgica e chimica; ad alto rischio anche il personale paramedico e gli apprendisti parrucchieri.
 
DIC Dermatite Irritativa da Contatto
La dermatite da contatto irritante (DIC) è una reazione infiammatoria cutanea non immuno-mediata, dovuta ad agenti esterni.
Gli agenti chimici ad azione tossica (irritanti) costituiscono la causa prevalente, importanti cofattori sono anche le noxae di natura fisica (meccanica, termica e climatica). Per irritante si intende qualunque sostanza di natura fisica o chimica, capace di  indurre un danno cellulare se applicato sulla cute in concentrazione sufficiente e per un tempo sufficiente.
Gli irritanti svolgono effetti riproducibili su tutti i soggetti esposti, anche se la suscettibilità individuale rende impossibile predire l'entità della risposta. In particolare, un irritante forte è in grado di determinare una  reazione clinica in tutti i soggetti; in caso di un irritante debole la risposta può non essere evidente: la dermatite si sviluppa in soggetti suscettibili o in caso di contatto ripetuto. Infiammazione sub-clinica e danno di barriera sono rilevabili con metodiche non invasive.