Dott.ssa Michela Castello - Specialista in Dermatologia e Venereologia
IPL
 
 
La luce pulsata (o IPL, Intense pulsed light) può essere utilizzata per ottenere un'epilazione progressivamente definitiva.
 
L'energia luminosa, attratta dalla melanina del pelo, raggiunge il bulbo pilifero, distruggendolo se si trova nella fase attiva (anagen, ovvero di crescita).
Per non incorrere in danni termici, l'apparecchiatura a luce pulsata è dotata di una speciale funzione di Fototermolisi selettiva, che consente di differenziare la temperatura di cute e bulbo: la prima rimarrà entro i limiti di sicurezza mentre la temperatura del bulbo raggiungerà livelli tali da provocare la sua termodistruzione. Il manipolo, inoltre, è dotato di un sistema di raffreddamento che permette di alleviare il senso di calore avvertito dai pazienti.
 
Per ottenere risultati soddisfacenti sono in media necessarie 6 sedute a scadenza mensile.
 
L' utente ideale per la depilazione laser-luce pulsata ha carnagione chiara, non  abbronzata, i peli non sono biondi né bianchi e, al momento della seduta sono lunghi 1-2 millimetri. Durante tutto il periodo di trattamento i pazienti non devono effettuare epilazioni a strappo in quanto, strappando la radice, andrebbero ad eliminare il target della luce pulsata, ovvero la melanina contenuta del bulbo del pelo.
 
Oggi esistono apparecchiature all'avanguardia che possono essere utilizzate anche su carnagioni più scure o pelli abbronzate. E' però importante dire al medico se ci si è esposti al sole.